Star bene si può!

Solo Elpis, la speranza, come in una casa indistruttibile, dentro all'orcio rimase, senza oltrepassarne la bocca, né fuori volò, perchè prima Pandora aveva rimesso il coperchio per volere di Zeus egíoco che aduna le nubi.

Elpis è ancora nel vaso.

SOFFRI DI DOLORI MESTRUALI? Prova con la medina cinese!

Pubblicato da il Luglio 7, 2021 in adolescenti, Adulti, Salute e benessere

SOFFRI DI DOLORI MESTRUALI? Prova con la medina cinese!

Dismenorrea è il termine medico con il quale si indica il fastidioso e spesso invalidante dolore associato al ciclo mestruale. Per alcune donne il dolore è contenibile con un farmaco antidolorifico, per altre, invece, il disagio è molto importante, può provocare altri disturbi associati e interferire con lo svolgimento delle attività quotidiane.

Il dolore è di tipo crampiforme, si tratta infatti di contrazioni dell’utero, e colpisce la parte bassa dell’addome, ma la sofferenza può interessare anche la schiena e può essere associata a nausea, vomito, diarrea, sudorazione, vertigini e, chiaramente, a disagio emotivo.

La medicina allopatica distingue la dismenorrea primaria, ovvero senza una specifica causa organica, e la dismenorrea secondaria, le cui cause sono riconducibili ad altre patologie dell’apparato riproduttivo, come endometriosi, fibromi uterini, adenomiosi, infezioni o stenosi della cervice uterina.

Di fatto, molte ragazze e donne soffrono di questi dolori che rendono loro molto difficile affrontare con serenità il periodo mestruale e che sono costrette a pianificare vacanze o impegni in periodi “buoni” augurandosi che il mestruo non decida di arrivare in anticipo!

Ma in che modo la medicina cinese può aiutare per la dismenorrea?

La medicina cinese ha un approccio completamente diverso rispetto alla medicina occidentale. Secondo questo modello non esistono malattie “primarie” o “essenziali” ovvero senza causa, ma ogni sintomo è sempre riconducibile ad un disequilibrio interno della persona. Questo disequilibrio può riguardare il sangue, i liquidi presenti nel corpo, ma anche l’energia stessa della persona, spesso insufficiente o mal gestita.

Quello che si propone di fare, quindi, è cercare di comprendere quale sia la causa vera, vale a dire il disequilibrio della persona sottostante a quel sintomo. Di fatto, quelle che la medicina occidentale considera cause, come ad esempio i fibromi uterini, per la medicina cinese sono essi stessi sintomi di un disequilibrio interno. Mi spiego meglio, se la causa della dismenorrea è ad esempio il fibroma, la domanda successiva sarà “ma da dove arriva il fibroma?”. Ecco, la medicina cinese ricerca quindi le cause più profonde che sono alla base dei due disturbi associati.

In ogni persona il medesimo sintomo può avere origini completamente differenti che è importante comprendere per poter mettere in atto la strategia terapeutica più adatta ed efficace.

Nello specifico, per quanto concerne la dismenorrea ci possono essere cause molto differenti tra loro: ci può essere troppo calore nel corpo che produce infiammazione, o al contrario freddo che blocca e ostruisce, o ancora poca energia necessaria per la fuoriuscita del sangue o, non ultimo, il blocco può essere causato da emozioni trattenute.

La medicina cinese raccogliere diversi segni e sintomi presenti nella persona, sia prettamente legati al ciclo, come ad esempio se il flusso è regolare, se è anticipato o ritardato, se vi sono emorragie o  coaguli scuri; sia emotivi, come depressione, irritabilità, ansia o bolo isterico. Risulta importante anche la sintomatologia concomitante che la persona manifesta, come cefalea con peggioramento mestruale, acne con peggioramento mestruale, edemi, gonfiori o  ritenzione idrica durante il flusso, presenza di gozzo, cisti mammarie, dermatosi ed anche segni agli orifizi come sinusite cronica, congiuntivite cronica o epistassi.

Questi sono sintomi molto chiari per lo specialista che è capace di leggerli comprendendone le relazioni e di collocarli in una specifica sindrome, ovvero un quadro patologico che è possibile trattare.

Il trattamento prevede sia la manipolazione dei meridiani energetici che sono vie nelle quali scorre la nostra energia, promuovendone il corretto scorrimento; sia lo stimolo dei punti di agopuntura che permettono di riequilibrare le disarmonie presenti, aumentando le carenze e abbassando gli eccessi, sfiammando o riscaldando.

Il trattamento risulta gradevole e rilassante ma soprattutto molto efficace. Generalmente si suggeriscono 4-6 incontri a distanza di una settimana ognuno in modo da riportare armonia nell’organismo ed eliminare il fastidioso dolore presente da molti anni.

La medicina cinese, oltre alla dismenorrea, è indicata per molti altri disturbi dell’apparato riproduttivo, come infertilità, amenorrea, fibromi, cisti ovariche, endometriosi, leucorrea, mastopatia fibrocistica e disturbi della menopausa.

Non resta che provare!

Giuliana Giussani

 

 

Web Design MymensinghPremium WordPress ThemesWeb Development